passate

Piero Gilardi. Opere storiche: 1964-1969 

In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo con la presentazione di Martina Corgnati, che ripercorre il periodo storico compreso tra il 1964 e il1969. Quindici opere di varie dimensioni costituiscono il corpo di una mostra che illustra la nascita dei “tappeti-natura” che hanno identificato l’arte di Piero Gilardi all’inizio degli anni Sessanta e tutto ciò che l’artista torinese scoprì quando ha girato per gli studi e parlato con i “nuovi artisti” da New York alla West Coast al nord Europa: Bruce Nauman, Louise Bourgeois, Richard Long, Mario Merz, Michelangelo Pistoletto, Gilberto Zorio, Jan Dibbets, Konrad Leug, Emilio Prini, Pier Paolo Calzolari, Daniel Buren. In quel periodo l’impegno ideologico di Gilardi si appoggiava alla letteratura del movimento studentesco: Marcuse, Debord, Dewey e McLuhan. Per interpretare al meglio l’idea di tappeto-natura Gilardi sostiene che questa sua esperienza è stata: “un punto di partenza di una storia sostanziata non da contaminazioni ma da ibridazioni”.

indietro

Biasutti & Biasutti Arte moderna e contemporanea s.r.l. P.IVA 07850810016 - Capitale sociale €10.000,00 i.v. - Iscritta al R.I. di Torino al n. 165421/99 R.E.A. della C.C.I.A. N 926697

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.